Addetti Squadra Primo Soccorso – Rischio Alto – Cat. A

Durata: 16 ore

Aziende o unità produttive con attività industriali soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica di cui all’art. 2 del D. Lgs. n° 334/99, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli artt. 7, 28 e 33 del D. Lgs. n° 230/95, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal D. Lgs. n° 624/96, lavori in sotterraneo di cui al D.P.R. n° 320/56, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;

Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno (le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale);

Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Il DM 388/03 prevede un aggiornamento periodico ogni 3 anni (almeno per quanto riguarda il modulo pratico).

Finalità:

Il corso fornisce agli addetti della squadra primo soccorso le necessarie conoscenze per svolgere il loro ruolo, in base agli obblighi di legge.

Destinatari:

Il corso è rivolto ai dipendenti nominati addetti delle squadre di primo soccorso nelle aziende ad elevato rischio (Categoria A).

Riferimenti normativi

Il D.M. n. 388/2003 prescrive l’istituzione del pronto soccorso in azienda e fornisce il regolamento per le caratteristiche minime delle attrezzature, per i requisiti del personale incaricato e per la sua formazione, in base alla natura dell’attività, al numero dei lavoratori ed ai possibili fattori di rischio. L’attuazione del Decreto è resa obbligatoria per tutte le unità produttive ovvero le aziende dal 3 febbraio 2005.

Programma del corso per Primo Soccorso – Formazione Alta

I lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico

I Giornata

MODULO A (6 ore)

Allertare il sistema di soccorso

a) Cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.);

b) comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza;

Riconoscere un’emergenza sanitaria

1) Scena dell’infortunio:

a) raccolta delle informazioni;

b) previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili;

2) Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:

a) funzioni vitali (polso, pressione, respiro);

b) stato di coscienza

c) ipotermia e ipertermia;

3) Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio.

4) Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

Attuare gli interventi di primo soccorso

1) Sostenimento delle funzioni vitali:

a) posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;

b) respirazione artificiale;

c) massaggio cardiaco esterno;

2) Riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso:

a) lipotimia, sincope, shock;

b) edema polmonare acuto;

c) crisi asmatica;

d) dolore acuto stenocardico;

e) reazioni allergiche;

f) crisi convulsive;

g) emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico;

Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta

II giornata

MODULO B (4 ore)

Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro

1) Cenni di anatomia;

2) Lussazioni, fratture e complicanze;

3) Traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale;

4) Traumi e lesioni toraco-addominali;

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

1) Lesioni da freddo e da calore;

2) Lesioni da corrente elettrica;

3) Lesioni da agenti chimici;

4) Intossicazioni;

5) Ferite lacero-contuse;

6) Emorragie esterne.

III giornata

MODULO C (6 ore)

Acquisire capacità di intervento pratico

1) Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN;

2) Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute;

3) Principali tecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza respiratoria acuta;

4) Principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare;

5) Principali tecniche di tamponamento emorragico;

6) Principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;

7) Principali tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da una metodologia didattica basata sulle vigenti indicazioni normative.

Registro Corsuale

Registro delle presenze del corso sul quale ogni partecipante apporrà la propria firma in entrata e uscita.

Assenze

Le assenze per i corsi in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell’attestato.

Organizzazione degli orari

Per ogni corso, in base agli orari previsti dalla normativa, la loro locazione in giornate continue, successive o alternate, saranno definite volta per volta, in base alle esigenze degli allievi, il loro numero, docenti, disponibilità d’aula e materiali.

Non è previsto in nessun caso il dilatamento dei tempi di svolgimento, definiti per il singolo corso.

Docenti

Tutti i docenti dei corsi hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro e sono docenti qualificati ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013.

Materiale didattico

Ad ogni partecipante dei corsi in aula potrà essere consegnato del materiale didattico (CD, chiavetta usb o altri supporti) con le slides del corso in pdf e letture utili a completare la formazione conseguita. Il materiale costituisce, altresì, una concreta possibilità di consultazione costante e di continuo aggiornamento.

Verifiche e Valutazione

Il corso si conclude con una verifica dell’apprendimento. Al termine del corso un apposito questionario di gradimento verrà proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.

Archivio generale Enforma

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati nell’archivio della formazione dell’azienda organizzatrice del corso quale documentazione della formazione avvenuta secondo le procedure interne del sistema qualità.

Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante che avrà superato il test di verifica. L’Attestato è personale ed è valido su tutto il territorio nazionale.