RLS – Rappresentanti dei Lavoratori per la Siccurezza

Durata: 32 ore

Finalità:

Il corso di formazione per RLS, Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, ai sensi del D.Lgs N. 81/2008 e smi è curato da docenti esperti in materia di gestione e sicurezza.

La figura dell’RLS ovvero del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza sul lavoro deve essere un punto di riferimento per tutti i lavoratori, l’RLS deve monitorare che la gestione della sicurezza in azienda o in ufficio avvenga nel pieno rispetto delle norme stabilite dal Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro. Le lezioni del corso prevedono un esame finale di abilitazione ai sensi di legge.

Ogni anno va effettuato l’aggiornamento.

Destinatari:

Tutti i lavoratori eletti nel ruolo di RLS nel settore privato e pubblico, con qualsiasi tipologia di contratto (fisso, progetto, temporale, atipico).

Riferimenti normativi

L’RLS ha diritto ad una formazione particolare, mirata ai rischi specifici dell’ambito di rappresentanza, tale da assicurare adeguate competenze sulle tecniche di controllo e prevenzione. Il corso deve avere una durata 32 ore minime iniziali a carico dell’azienda di cui 12 sui rischi specifici presenti in azienda, con verifiche di apprendimento (art 37 comma 10 e 11 D.L.vo 81/08)

Modulo A

– Ruolo, compiti e caratteristiche dell’RLS;

– Principi costituzionali e civilistici.

La legislazione generale e speciale in materia di prevenzione infortuni e igiene del lavoro.

I principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi.

Lezione 1

La figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Qualità, caratteristiche, peculiarità professionali;

Lezione 2 – PRINCIPI GIURIDICI COMUNITARI E NAZIONALI

Cenni sull’evoluzione storica della normativa in Europa e in italia. Impianto generale della normativa italiana sulla sicurezza e sua evoluzione nel tempo. Le innovazioni introdotte dal T.U. D.Lgs 81/08 in materia di igiene e sicurezza;

Lezione 3 – LEGISLAZIONE ITALIANA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

Struttura del D.Lgs 81/08. Le misure generali di tutela. Gli organismi di controllo e sistema sanzionatorio e rapporti con RLS. Le principali problematiche di salute degli ambienti di lavoro: infortuni e malattie professionali;

Lezione 4 – PRINCIPALI SOGGETTI COINVOLTI NELLA PREVENZIONE E RELATIVI OBBLIGHI

I principali soggetti coinvolti alla prevenzione in materia di igiene e sicurezza e relativi obblighi.

Ruolo e aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori.

Modulo B

La definizione e l’individuazione dei fattori di rischio.

La valutazione dei rischi.

Lezione 5 – DEFINIZIONE E INDIVIDUAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO

Analisi del ciclo produttivo dei principali rischi, misure di prevenzione e protezione collettiva e individuale. I fattori di rischio e normativa di riferimento: fisici, infortunistici, incendio/esplosione. I fattori di rischio chimici, biologici, ergonomici, psicosociali, la normativa di riferimento, le misure di prevenzione e protezione collettiva e individuale.

Lezione 6 – VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dalla valutazione del rischio alla organizzazione aziendale della sicurezza: il Sistema gestione della sicurezza, il piano delle emergenze/evacuazione, la gestione dei DPI, della manutenzione, La gestione degli infortuni/incidenti La gestione della sorveglianza sanitaria, dell’informazione, delle categorie deboli.

Modulo C

Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori

Lezione 7 – INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE TECNICHE, ORGANIZZATIVE E PROCEDURALI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Riconoscere i rischi, valutare le misure di prevenzione tecnica, organizzare le procedure di prevenzione e protezione all’interno della propria azienda.

Lezione 8 – NOZIONI DI TECNICA DELLA COMUNICAZIONE

La comunicazione come strumento e come obiettivo del sistema della sicurezza sul lavoro. Teorie e tecniche per la prevenzione dei rischi.

Test finale a domande chiuse e ulteriore simulazione finale a domande aperte di verifica dell’apprendimento

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da una metodologia didattica basata sulle vigenti indicazioni normative.

Registro Corsuale

Registro delle presenze del corso sul quale ogni partecipante apporrà la propria firma in entrata e uscita.

Assenze

Le assenze per i corsi in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell’attestato.

Organizzazione degli orari

Per ogni corso, in base agli orari previsti dalla normativa, la loro locazione in giornate continue, successive o alternate, saranno definite volta per volta, in base alle esigenze degli allievi, il loro numero, docenti, disponibilità d’aula e materiali.

Non è previsto in nessun caso il dilatamento dei tempi di svolgimento, definiti per il singolo corso.

Docenti

Tutti i docenti dei corsi hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro e sono docenti qualificati ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013.

Materiale didattico

Ad ogni partecipante dei corsi in aula potrà essere consegnato del materiale didattico (CD, chiavetta usb o altri supporti) con le slides del corso in pdf e letture utili a completare la formazione conseguita. Il materiale costituisce, altresì, una concreta possibilità di consultazione costante e di continuo aggiornamento.

Verifiche e Valutazione

Il corso si conclude con una verifica dell’apprendimento. Al termine del corso un apposito questionario di gradimento verrà proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.

Archivio generale Enforma

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati nell’archivio della formazione dell’azienda organizzatrice del corso quale documentazione della formazione avvenuta secondo le procedure interne del sistema qualità.

Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante che avrà superato il test di verifica. L’Attestato è personale ed è valido su tutto il territorio nazionale.