RSPP per Datori di Lavoro (DLRSPP) – Rischio Basso

Durata: 16 ore

Finalità:

Con la recente riforma della legislazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, emanata con il D. lgs 81/2008 e il D. Lgs 106/2009, il legislatore ha introdotto nuove norme per la gestione e il controllo della sicurezza in tutti i luoghi di lavoro, attraverso anche l’introduzione di figure professionali preposte alla valutazione e al controllo dei rischi propri di ogni processo produttivo.

Si tratta di una riforma significativa che mira a migliorare sensibilmente le condizioni dei lavoratori e la loro sicurezza attraverso una corretta sensibilizzazione dei lavoratori, un attento controllo dei processi lavorativi, e una valutazione scrupolosa dei rischi presenti per i lavoratori.

Il corso viene effettuato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/2008, art.34 e dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 che ha riunito tutta la materia della sicurezza sui luoghi di lavoro. Il corso aiuta quindi il datore di lavoro che svolge il ruolo di responsabile del servizio di sicurezza a risolvere efficacemente le problematiche in materia di sicurezza sul luogo di lavoro.

I percorsi formativi sono articolati in moduli associati a tre differenti livelli di rischio (Basso, Medio, Alto).

Aggiornamento quinquennale

Destinatari:

Per svolgere direttamente i compiti di RSPP il datore di lavoro deve frequentare un corso di formazione Rspp datore di lavoro (previsto dall’art. 34 Dlgs 81/2008, art. 10 ex 626/94) durante il quale riceverà le informazioni e l’istruzione necessarie per poter fronteggiare emergenze e predisporre piani di prevenzione infortuni.

Il grado di rischio dell’azienda avviene attraverso la classificazione del rischio attività:

Basso Rischio: uffici e servizi, commercio, artigianato e turismo – Codici Ateco 2007 G (45, 46, 47) I (55, 56) K (64, 65, 66) L (68) M (69, 70, 71, 72, 73, 74, 75, 77, 78, 79, 80, 81, 82) J (58, 59, 60, 61, 62, 63) R (90, 91, 92, 93) S (94, 95, 96) P (97, 98) Q (99)

Riferimenti normativi:

Il D.Lgs. 81/08 (Art. 32 e 34) e art 10 ex 626/94.Decreto Stato-Regioni 26 Gennaio 2006, punto 2.4.2

Programma del corso per RSPP – Rischio Basso

Modulo 1

– Valutazione dei rischi;

– Obiettivi della valutazione dei rischi;

– Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione);

– Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti;

– Elementi per la costruzione di una matrice;

– Segnaletica di sicurezza: significato dei colori, misure dei cartelli, tipologia di cartelli

Modulo 2

– Analisi di rischi;

– Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro;

– Ambienti di lavoro;

– Microclima;

– Illuminazione;

– Videoterminali;

– Movimentazione manuale dei carichi.

Modulo 3

– Le emergenze;

– La protezione antincendio;

– Misure di protezione passiva;

– Vie di esodo, compartimentazioni, di stanziamenti;

– Attrezzature ed impianti di estinzione;

– Sistemi di allarme;

– Segnaletica di sicurezza;

– Impianti elettrici di sicurezza;

– Illuminazione di sicurezza;

– Procedure da adottare in caso di evacuazione;

– Procedure da adottare quando si scopre un incendio;

– procedure da adottare in caso di allarme;

– Modalità di evacuazione;

– Modalità di chiamata dei servizi di soccorso;

– Collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento;

– Esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali – operative;

– Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento;

– Presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute. etc.)

Test di verifica dell’apprendimento relativo all’argomento antincendio

Test di verifica finale dell’apprendimento

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da una metodologia didattica basata sulle vigenti indicazioni normative.

Registro Corsuale

Registro delle presenze del corso sul quale ogni partecipante apporrà la propria firma in entrata e uscita.

Assenze

Le assenze per i corsi in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell’attestato.

Organizzazione degli orari

Per ogni corso, in base agli orari previsti dalla normativa, la loro locazione in giornate continue, successive o alternate, saranno definite volta per volta, in base alle esigenze degli allievi, il loro numero, docenti, disponibilità d’aula e materiali.

Non è previsto in nessun caso il dilatamento dei tempi di svolgimento, definiti per il singolo corso.

Docenti

Tutti i docenti dei corsi hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro e sono docenti qualificati ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013.

Materiale didattico

Ad ogni partecipante dei corsi in aula potrà essere consegnato del materiale didattico (CD, chiavetta usb o altri supporti) con le slides del corso in pdf e letture utili a completare la formazione conseguita. Il materiale costituisce, altresì, una concreta possibilità di consultazione costante e di continuo aggiornamento.

Verifiche e Valutazione

Il corso si conclude con una verifica dell’apprendimento. Al termine del corso un apposito questionario di gradimento verrà proposto per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.

Archivio generale Enforma

Tutti i documenti del corso, programma, registro con firme degli utenti, lezioni, test di verifica nonché la copia dell’Attestato saranno conservati nell’archivio della formazione dell’azienda organizzatrice del corso quale documentazione della formazione avvenuta secondo le procedure interne del sistema qualità.

Attestato

Al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante che avrà superato il test di verifica. L’Attestato è personale ed è valido su tutto il territorio nazionale.